Milos

l’isola dei colori

Milos

Milos

Milos è un’isola vulcanica che appartiene alle Cicladi occidentali. Come le altre isole del gruppo, ha anche case bianche e blu, chiese e spiagge ma questo è tutto ciò che le accomuna. Milos si distingue per la varietà di colori che puoi vedere sia sulle spiagge che nei pittoreschi villaggi di pescatori con i garage per barche per eccellenza, chiamati syrmata.

Le rocce, la terra e anche i ciottoli di alcune spiagge si colorano di bianco, giallo, rosso e viola e per questo Milos è soprannominata ”l’isola dei colori”. A causa del suo passato vulcanico, la costa è molto interessante e bella, con strane rocce, molte grotte marine e spiagge mistiche come Sarakiniko, Kleftiko e Papafragas.

Guide rapide

Informazioni generali su Milos

The village harbor and church

L’isola ha la forma di un ferro di cavallo. La metà orientale è ”civile”, mentre la metà occidentale fa parte di Natura 2000 e non ha insediamenti, ad eccezione del piccolo porto peschereccio di Embourio. Tutti i villaggi e le spiagge che di solito vedi nelle foto si trovano a est, insieme alla capitale Plaka, un bellissimo vecchio insediamento costruito su una collina a picco sul mare che in qualche modo ricorda la caldera di Santorini. Dalla cima della Plaka, a circa 200 metri di altitudine, si possono ammirare magnifici tramonti. Altri villaggi popolari dell’isola sono Adamas e Pollonia.

Le strade nella metà occidentale dell’isola sono sterrate ed escludendo Embourios e alcune cappelle, non c’è nient’altro. L’accesso alle spiagge non è molto facile, anche se alcune di esse meritano assolutamente di essere visitate, quindi si consigliano gite in barca se si desidera vedere questa parte di Milos. Kleftiko, il simbolo dell’isola, si trova anche sulla costa sud-occidentale.

Dove alloggiare a Milos?

Adamas e Pollonia sono vivaci paesini di mare con piccole spiagge e molti hotel e posti dove mangiare. Adamas è il porto principale da cui arrivano e partono tutti i traghetti e ha la posizione migliore se hai intenzione di esplorare l’intera isola. Pollonia è nota per le sue taverne di pesce fresco ed è anche il porto che collega Milos con Kimolos, una piccola isola vicina.

Plaka e i villaggi circostanti - Trypiti, Triovasalos e Pera Triovasalos - sono un’altra opzione per l’alloggio, e alcuni hotel qui hanno viste meravigliose grazie alla posizione elevata.

E infine, alcune delle attraenti case syrmata di Klima, Mandrakia e Firopotamos sono ora ville di lusso sul lungomare per coloro che desiderano qualcosa di diverso.

Quali sono le migliori spiagge di Milos?

Overall view from the higher ground close to the parking lot

Preparatevi a vedere le spiagge più strane della Grecia esattamente a Milos! Il paesaggio unico di Sarakiniko (chiamato Moon Beach) lo ha trasformato nel luogo più conosciuto e visitato dell’isola, e la seconda destinazione più popolare è Kleftiko, un gruppo di formazioni rocciose bianche con tunnel marini dove si può nuotare in acque blu brillante.

Se cercate le tipiche spiagge sabbiose, allora Achivadolimni, Firiplaka, Provatas e Plathiena fanno al caso vostro. E visto che stiamo parlando dell’isola dei colori, non perdetevi una visita a Paleochori, Paliorema e Kastanas, le spiagge più colorate di Milos.

Cosa fare a Milos?

Quando sei a Milos, non mancare di visitare i seguenti luoghi di interesse:

- Klima, il pittoresco villaggio di pescatori con i syrmata dipinti con colori vivaci
- La spiaggia di Sarakiniko e le gallerie dei pirati
- La capitale Plaka con il suo Kastro - rovine di un castello in cima, con splendida vista del tramonto
- I villaggi di pescatori di Firopotamos e Mandrakia
- Le spiagge vulcaniche di Firiplaka, Paleochori e Kastanas
- Kleftiko, accessibili tramite gite giornaliere in barca
- Thiorichia, la miniera abbandonata della spiaggia di Paliorema
- Le Catacombe di Milos - tombe paleocristiane
- La chiesa sotterranea di Agios Konstantinos, scavata nella roccia e spesso allagata dal mare
- Sykia Cave (accessibile solo via mare e di solito parte dei viaggi a Kleftiko)
- Naufragio di Sarakiniko - puoi ancora vedere le rovine di una nave vicino alla riva
- Le sorgenti termali della zona di Adamas, che sgorgano dal mare
- Il museo della miniera di Adamas

Fatti interessanti su Milos

Distant view to the mine and beach

Le eruzioni del vulcano di Milos si erano fermate circa 90.000 anni fa, ma è ancora considerato dormiente. Una prova dell’attività vulcanica in corso è il cratere Firiplaka sopra Agia Kyriaki, con le sue fumarole, così come le sorgenti termali che si possono sentire nel mare intorno ad alcune spiagge.

L’isola è molto ricca di minerali, in particolare ossidiana, perlite e bentonite. La sua attività principale è il commercio di questi minerali e per questo motivo vedrai molte cave, soprattutto nella parte nord-ovest e ad est di MIlos. Da non perdere la gita alle miniere abbandonate di Thiorichia.

Nonostante la sua origine vulcanica, Milos non è sterile e ha una vegetazione: olive, capperi, uva, fichi e arance sono i prodotti locali più diffusi e si possono degustare nelle taverne.

Le pittoresche syrmata sono case di pescatori a due piani in cui il piano terra è utilizzato come rimessa per le barche e il piano superiore come luogo di riposo. Oggi molte di queste case sono state rinnovate e funzionano come case vacanza boutique.

La famosa statua di Afrodite, conosciuta anche come Venere di Milo e attualmente esposta al Louvre, è stata originariamente trovata sull’isola.

Come arrivare a Milos

Picturesque house at the edge of the kastro

Milos ha un piccolo aeroporto ed è raggiungibile in aereo. Ci sono anche collegamenti regolari in traghetto con il porto del Pireo e le altre isole del gruppo delle Cicladi, in particolare con Sifnos e Serifos.

Milos Galleria fotograficax