5 bevande che è obbligatorio provare in Grecia

by DanaTentis / CC0

Una parte importante della vacanza in Grecia è conoscere la cucina e le bevande locali. Alcune bevande sono specifiche solo per alcune zone, come il liquore al kumquat per Corfù e il liquore kitron per Nasso, perché i piccoli frutti utilizzati per la loro produzione vengono coltivati solo lì e le quantità limitate non consentono vendite in grandi quantità. Altre isole, Lefkada e Creta, sono orgogliose produttrici della bevanda analcolica bianca lattiginosa a base di mandorle e zucchero chiamata sumada. Ma può darsi che non hai la possibilità di visitare proprio queste aree specifiche, ecco quali sono le bevande che puoi trovare ovunque in Grecia e che dovresti provare durante il tuo soggiorno. Dimentica per il momento il whisky e lo champagne e scegli le specialità locali.

1. Frappé

Frappe at the seafront of Nea Peramos

Questa bevanda fresca è ovunque - la troverai in ogni beach bar, caffetteria o pasticceria. E lofferta non è limitata allestate, i greci lo bevono tutto lanno. Il frappe si fa da caffè solubile e acqua, sbattuti con un mixer fino ottenere una spuma densa, con aggiunta di latte, ghiaccio e zucchero a scelta. La migliore bevanda per il tempo trascorso in spiaggia.

2. Birra greca

Cold Mythos beer

Sarebbe un peccato essere in Grecia e non provare la mitica birra Mythos. Insieme ad Alfa, questi sono i marchi di birra locali più comuni nel paese. Entrambe sono leggere, il gusto è individuale e la scelta tra le due è tua.

3. Retsina

Mentre il frappe e la birra sono piuttosto bevande durante il giorno, la retsina è una compagna per la cena. Questo è il famoso vino greco resinoso, che viene servito freddo in piccoli bicchieri. Ci sono innumerevoli marchi di retsina in tutta la Grecia, ma se non specifichi un specifico mentre ordini, con molta probabilità ti serviranno un marchio di produzione regionale oppure uno dei più comuni: Malamatina, Michali Georgiadi o Kehribari.

4. Ouzo

Ouzo bottles in a shop

E parlando di alcol, louzo è ancora più popolare della birra. Laroma aggiunto dellanice è ciò che lo distingue dalla grappa semplice o "tsipouro" in greco (in effetti, cè anche tsipouro con anice, ma il gusto è un pò più diverso dallouzo per il metodo di produzione. Louzo è abbastanza forte e di solito nel bicchiere si aggiunge dell’acqua, il che porta ad un cambiamento del colore da trasparente a bianco. I marchi di ouzo più famosi provengono da Lesbo - Barbayianni e Plomari.

5. Liquore al mastice

Mastiha liqueur

Non abbiamo ancora finito con lalcol, anche se questo viene servito come digestivo o come parte di cocktail. E prima che pensi che si tratta di anice - non lo è. Il liquore al mastice è trasparente come acqua, aromatizzato con gocce di mastice o olio di mastice dellisola di Chio. I lentischi pregiati sono molto rari e in Grecia vengono coltivati solo su questisola, e le gocce che emettono sono chiamate “lacrime di Chio”. Se non ti piacciono gli alcolici, ma sei curioso di gustare il mastice (mastiha), puoi provare il dolce greco "ipovrihio" - pasta di zucchero e gomma al mastice, servito in un cucchiaio immerso in un bicchiere dacqua (può essere consumato anche da bambini).

Articolo di